Ni-lo srl
  • 0
    Il tuo carrello è vuoto

Come trattare i filati pregiati in rocca

Come trattare i filati pregiati in rocca

10/09/2018

Questo articolo è dedicato a coloro che vogliono realizzare capi di maglieria con filati in rocca che vanno trattati/lavati.

Quando si lavora un qualsiasi filato in rocca il nostro consiglio è quello di realizzare un campione 20 x 20 cm, misurlarlo o contare le maglie, a quel punto lavarlo e farlo asciugare. A fine asciugatura prendere di nuovo le misurazioni per controllare la resa ed eventuali cambi di dimensione. Vi ricordiamo che i filati pregiati come cashmere, cammello, lana e yak, andrebbero lavorati con punti più larghi perchè un volta lavati tendono a gonfiarsi, soprattutto se sono di alta qualità.

Si può scegliere di lavare i filati in rocca sia in lavatrice che a mano.

LAVATRICE:
- E' consigliabile inserire il campione in lavatrice proteggendolo con un sacchetto portaindumenti (di quelli a retina).
- Selezionare il lavaggio più delicato che la lavatrice fa ad una temperatura di 30° ed impostare la centrifuga al minimo dei giri, massimo 400, o addirittura senza centrifuga.
- Utilizzare un detersivo apposito per capi delicati ed aggiungere l'ammorbidente.
(Consigliamo di non lavare i capi in lavatrice in maniera abituale perchè lo sfregamento del tessuto, per quanto il filato possa essere di ottima qualità, prima o poi può creare il cosiddetto pilling).

LAVAGGIO A MANO:
- Per ogni 5 lt di acqua utilizzare circa 20 ml di detersivo per capi delicati senza aggiungere l'ammorbidente.
- Lasciare in ammollo il campione per circa 2 ore, poi risciacquare abbondantemente in acqua pulita.
- Se il filato dovesse presentare delle impurità si può lavare ulteriormente in acqua fredda aggiungendo 4 cucchiai di aceto di vino bianco per eliminarle.

E' importante ricordare di non strizzare il capo o il campione ma di eliminare l'acqua in eccesso mettendolo tra due asciugamani ed arrotolarli; per l'asciugatura distendere sempre il capo in orizzontale e mai appenderlo in quanto il peso potrebbe deformarlo.

Quando si lavora a mano, si può trattare il filato anche prima di lavorarlo ma bisognerà prestare attenzione a creare delle matasse di massimo di 100 gr l'una bloccandole bene per evitare che il filato si intrecci su se stesso.
Si può utilizzare lo stesso procedimento di lavaggio esposto in precedenza ma vi consiglio di fare sempre una prova con una piccola quantità di filato.

Per ricapitolare, le regole per trattare i filati pregiati in rocca sono:

-        Utilizzare solo detersivi specifici per capi delicati, lana e cashmere.

-        Centrifugare o strizzare il meno possibile.

-        Asciugare rigorosamente i capi in orizzontale, prestando attenzione a posizionarli nella loro forma originale.

-        Mai mettere ad asciugare vicino a fonti di calore

-        Stirare solo con il vapore.

 

Argomenti